Skip to content

AN NESCIS LONGAS REGIBUS ESSE MANUS

AN NESCIS LONGAS REGIBUS ESSE MANUS

Non sapete che i re hanno le mani lunghe?.

(Ovidio, Eroidi, 17, 168)

Pronunciato da Elena perché sente che Menelao, suo marito, la sta guardando. È spesso usato come un avvertimento per evidenziare l’abuso a volte esercitato da coloro che occupano posizioni di potere.

SCOPRI ALTRE FRASI IN LATINO:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi