Skip to content

SPAGNA

Destinazione Spagna, un profilo della Spagna, uno dei due paesi situati nella penisola iberica. La Spagna ha una linea costiera lungo l’Oceano Atlantico a nord e il Mar Mediterraneo a sud-est. La Spagna confina con Andorra, Francia, Gibilterra (Regno Unito), Portogallo e Marocco (nelle exclavi spagnole di Ceuta e Melilla sulla costa nordafricana). Condivide anche le frontiere marittime con l’Algeria e l’Italia.

Il paese occupa una superficie di 505.992 km², che lo rende il quarto più grande d’Europa e il secondo più grande dell’Europa occidentale. In confronto, è grande circa il doppio del Regno Unito o poco più del doppio dello stato americano dell’Oregon.

Il Regno di Spagna ha una popolazione di 47,1 milioni di persone (nel 2020), la capitale e città più grande è Madrid; la seconda città della Spagna è Barcellona, capitale della Catalogna. La lingua ufficiale e nazionale è lo spagnolo, le lingue co-ufficiali sono il catalano, il galiziano, il basco e l’occitano.

Profilo del paese

  • NOME UFFICIALE: Regno di Spagna
  • FORMA DI GOVERNO: Monarchia parlamentare
  • CAPITALE: Madrid
  • POPOLAZIONE: 49.331.076 milioni di persone
  • LINGUE UFFICIALI: Spagnolo castigliano, basco, catalano e galiziano
  • MONETA: Euro
  • AREA: 195.363 miglia quadrate (505.988 chilometri quadrati)
  • GRANDI CATENE MONTUOSE: Pirenei, Sierra de Guadarrama, Sierra de Gredos, Sierra Nevada
  • PRINCIPALI FIUMI: Guadalquivir, Ebro, Duero, Miño, Tajo e Guadiana

Per cosa è famosa la Spagna?

La Spagna è conosciuta per il suo cibo, la musica e il ballo Flamenco, la siesta, le corride, i cavalli, le arti e la letteratura, l’architettura, l’eredità moresca, le sue isole, le spiagge mediterranee, i vini, la frutta e la verdura e il calcio.

Siti ufficiali di Spagna

Comunità autonome in Spagna

  • Andalucía
  • Aragón
  • Principado de Asturias
  • Baleares
  • Canarias
  • Cantabria
  • Castilla La Mancha
  • Castilla y León
  • Cataluña
  • Extremadura
  • Galicia
  • La Rioja
  • Comunidad de Madrid
  • Región de Murcia
  • Comunidad Foral de Navararra
  • País Vasco
  • Comunidad Valenciana

Province di Spagna

  • A Coruña
  • Álava
  • Albacete
  • Alicante
  • Almería
  • Asturias
  • Ávila
  • Badajoz
  • Barcelona
  • Burgos
  • Cáceres
  • Castellón
  • Cádiz
  • Cantabria
  • Ciudad Real
  • Córdoba
  • Cuenca
  • Girona
  • Granada
  • Guadalajara
  • Guipúzcoa
  • Huelva
  • Huesca
  • Islas Baleares
  • Jaén
  • La Rioja
  • Las Palmas
  • León
  • Lleida
  • Lugo
  • Madrid
  • Málaga
  • Murcia
  • Navarra
  • Ourense
  • Palencia

Persone e cultura in Spagna

Molti spagnoli condividono un background etnico comune: un misto di primi abitanti della penisola iberica, i celti, e più tardi conquistatori dell’Europa e dell’Africa. Le origini del popolo basco nel nord della Spagna rimangono sconosciute. I recenti immigrati dal Nord Africa e dall’America Latina si sono aggiunti al mix.

Gran Vía de Madrid Spagna

Gli spagnoli sono noti per il loro amore per la vita e per mangiare e bere con la famiglia e gli amici. Gli antipasti tradizionali come le tapas o i pintxos, l’equivalente dei Paesi Baschi, sono popolari. I balli regionali e la musica sono importanti quasi quanto il calcio e le feste religiose.

Link di arte e cultura

Natura

Collegamento tra l’Europa e l’Africa, la Spagna è un importante luogo di riposo per gli uccelli migratori. La Spagna ospita anche mammiferi come il lupo, la lince, il gatto selvatico, la volpe, il cinghiale, il cervo, la lepre e la capra selvatica. I ruscelli e i laghi ospitano trote, barbi e tinche. Ma molte specie di fauna selvatica sono minacciate dalla perdita di habitat e dall’inquinamento.

A causa di secoli di taglio degli alberi, grandi foreste si trovano oggi solo nei Pirenei settentrionali e nella zona delle Asturie e della Galizia. Piantare nuovi alberi è difficile dove pascolano pecore e capre. Anche l’erosione e l’inquinamento dei fiumi sono problemi. La Spagna ha creato molti parchi nazionali e rifugi, ma coprono solo il 7% circa del paese.

Vista dall’isolotto di San Juan de Gaztelugatxe, Vizcaya, Spagna

Un’area protetta è il Parco Nazionale di Doñana, una regione di paludi, torrenti e dune di sabbia dove il fiume Guadalquivir si getta nell’Atlantico. La diversità di vita del parco è unica in Europa e comprende il tasso europeo, la mangusta egiziana e specie in via di estinzione come l’aquila imperiale spagnola e la lince iberica.

Link alla natura

Storia della Spagna

Nell’antichità la penisola iberica all’estremità sud-occidentale dell’Europa è stata abitata da vari gruppi etnici. Le tribù iberiche si trasferirono nella penisola a un certo punto durante il secondo millennio a.C. – sia dal nord Africa che dall’Europa meridionale – e si diffusero su una vasta area. Durante i secoli VIII e IX a.C. fenici, greci, cartaginesi e un numero significativo di immigrati celtici dall’Europa centrale e settentrionale entrarono nella penisola. Questo stock etnico altamente diversificato del periodo pre-romano, costituì gli antenati dei successivi spagnoli. Le società separate e l’organizzazione tribale degli abitanti iberici rallentano la conquista della “Hispania” da parte dei romani, che dura dal 218 a.C. al 19 a.C.

Con il declino dell’impero romano, Suebi, Vandali e Alani presero il controllo di parti della Hispania. Furono seguiti dai Visigoti, che conquistarono tutta l’Hispania nel V secolo d.C. e stabilirono un regno che durò fino al 711, quando cadde sotto l’invasione dei Mori islamici nordafricani. La Reconquista, la battaglia tra i regni cristiani e i Mori durò fino al 1492, e nel 1512 l’unificazione dell’attuale Spagna fu completata.

Toledo, Castilla La Mancha, Spagna

Dopo la vittoria delle sue forze nazionaliste nel 1939, il generale Francisco Franco governò un paese politicamente ed economicamente debole e isolato dagli alleati.

Più di 500.000 persone sono morte nella guerra civile spagnola degli anni ’30. Il vittorioso gen. Francisco Franco ha regnato come brutale dittatore fino alla sua morte nel 1975. Poco dopo, la Spagna cominciò a trasformarsi in una nazione europea moderna, industriale e democratica.

Nel 1955 la Spagna entrò a far parte delle Nazioni Unite. Il generale Franco nominò il principe Juan Carlos nel 1969 come prossimo sovrano della Spagna, e nel 1975 Juan Carlos assunse la posizione di re e capo di stato.

La Spagna è entrata nella NATO nel 1982 ed è diventata membro dell’Unione Europea nel 1986.

Link alla storia

Il governo e l’economia in Spagna

In Spagna, che è una monarchia parlamentare, il re e il presidente eletto condividono il potere. Sebbene esista un parlamento nazionale, la Spagna è una delle democrazie più decentrate d’Europa. Ognuna delle sue 17 regioni gestisce le proprie scuole, ospedali e altri servizi pubblici.

Con le sue vivaci città storiche e le sue spiagge soleggiate, la Spagna attrae più turisti di qualsiasi altro paese europeo, ad eccezione della Francia. I servizi all’industria del turismo guidano l’economia della Spagna, l’ottava più grande del mondo. Nel 1986 la Spagna è entrata a far parte della Comunità Europea e ha ulteriormente modernizzato la sua economia. Tra le industrie importanti vi sono l’industria mineraria, la cantieristica navale e il tessile.

Link sull’economia spagnola

Più paesi in Europa:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi